Prassuit – Angrogna

Centra mappa
Traffico
In bicicletta
Trasporti

Ciao!
Oggi ci troviamo in una borgata di Angrogna, in val Pellice, un tempo nota come Preisuch, ma che ora è conosciuta come Prassuit, nome che significa “prato asciutto” perché nella zona sono del tutto assenti sorgenti d’acqua e quindi irrigare i campi era un tempo proprio impossibile.
Ma attenti, questa storia parla di tutt’altro e vi consiglio di stare stretti stretti a mamma e papà mentre la leggete, perché è davvero paurosa!

Eccomi arrivata a Prassuit
Eccomi arrivata a Prassuit

Il fatto che vi racconto non è esattamente successo qui, ma nei pressi del capoluogo di Angrogna, nella località chiamata San Lorenzo. Si dice che un uomo che passava di lì una notte, si ritrovò davanti una bestia spaventosa: un lupo dal pelo lungo e gli occhi che sembravano di fuoco, chissà che paura!

Gli aridi prati che danno il nome alla località
Gli aridi prati che danno il nome alla località

Nonostante la bestia gli stesse ringhiando e fosse davvero intimorito, l’uomo riuscì ad estrarre la piccola spada che un tempo si teneva di solito sotto il mantello per difendersi e ferì così l’animale ad una delle zampe anteriori.
Il lupo fuggì ululando dal dolore e l’uomo riuscì a scamparla…

L'abitante di una di queste case nasconde un segreto...
L’abitante di una di queste case nasconde un segreto…

Il giorno dopo però si venne a sapere che un uomo, che abitava proprio qui a Prassuit, si era ammalato in modo grave a causa di una misteriosa ferita al braccio, molto probabilmente procurata da una lama.
Quando si seppe anche della brutta avventura notturna vissuta dall’uomo coraggioso, tutti capirono quale fosse la verità: l’uomo di Prassuit era in realtà un lupo mannaro che era uscito di notte per maltrattare e spaventare i passanti!

Ehi, cagnolino... La conoscevi anche tu questa leggenda?
Ehi, cagnolino… La conoscevi anche tu questa leggenda?

Che cos’è un lupo mannaro? Nelle leggende delle Valli Valdesi di solito è un uomo che ha il potere di trasformarsi in lupo e viene chiamato loup ravat (forse dalla parola latina “rapax” che significa rapace, riferito ad un predatore); quindi una specie di stregone e non il personaggio dei racconti dell’orrore di oggi, colpito dalla maledizione che lo trasforma in bestia ad ogni luna piena.
La storia non ci dice cosa successe dopo all’uomo-lupo, ma mi piace pensare che, dopo essere stato scoperto, decise semplicemente di non importunare più gli abitanti del paese!

Come arrivare qui:
raggiungete la località San Lorenzo, capoluogo di Angrogna (Torino). Giunti in paese, imboccate la strada alla vostra destra seguendo le indicazioni per la Vaccera; dopo circa 1,5 km giungerete alla borgata Prassuit.

Forse vorresti leggere questa storia in: Inglese