Un incantesimo al Serre d’Angrogna

La mia posizione
Ottieni i Percorsi

Ciao!
Oggi siamo tornati al Serre d’Angrogna per una leggenda un po’ inquietante…
Pare che un tempo vivesse qui una ragazza che aveva subito il sortilegio di uno stregone il quale si presentava a lei come un grosso maiale nero… la poveretta era l’unica che riusciva a vedere l’animale e il padre della giovane era esasperato perché la considerava pazza.

La situazione peggiorò quando la ragazza cominciò a dire di vedere il diavolo che le lanciava del cibo: grissini, pesche, carote… ma per quanto lei facesse (e volesse mangiare quelle cose deliziose!) non riusciva assolutamente a trangugiarle.
Un giorno il padre saltò su tutte le furie e rimproverò duramente la figlia dicendole che non era altro che una sciocca… ma, all’improvviso, una forza misteriosa cominciò a prenderlo a ceffoni!

Inutile dire che questo episodio cambiò le sorti della storia perché subito il giorno dopo, ma nel cuore della notte per non essere visti dal vicinato, l’uomo scortò la giovane da un esorcista che in breve tempo guarì del tutto la poverina.

Come arrivare qui:
dalla strada provinciale 161, tra i comuni di Torre Pellice e Luserna San Giovanni, imboccare alla rotonda la strada in direzione di Angrogna (in questo punto potete trovare anche le indicazioni per la Guieiza d’la Tana, il Chabas e la Vaccera). Seguite la strada principale fino alla piazza del capoluogo San Lorenzo, poi proseguite per circa 1,8 km e giungerete in frazione Serre.